Audio

dati originali

Testo completo

Arriva il tuo ricordo in un vortice,
torna nell’autunno all’imbrunire,
guardo la pioggerellina,
e mentre guardo,
gira il cucchiaino del caffè.

Dell’ultimo caffè
che le tue labbra con freddezza
chiesero quella volta
con la voce di un sospiro.

Ricordo il tuo disprezzo,
ti evoco senza ragione,
ti ascolto senza che tu ci sia.
“Il nostro amore è terminato”,
dicesti in un addio
di zucchero e di gelo…

Lo stesso come il caffè,
l’amore, l’oblio!
e la vertigine finale
di un rancore senza perché…

E lì, con la tua crudeltà,
mi vidi morire in piedi,
misurai la tua vanità
e allora compresi
la mia solitudine senza un perché…

Pioveva e ti offrii
l’ultimo caffè!

[printfriendly]

3 video, 3 diverse espressioni

Bio dal autore

Cátulo Castillo

Era un noto poeta e compositore di tango argentino.
A 17 anni compose Organito de la tarde, il suo primo tango, e allo stesso tempo praticò la boxe, diventando campione argentino dei pesi piuma e preselezionato per le Olimpiadi di Amsterdam.
Nel 1926 viaggiò per la prima volta in Europa, dove in seguito diresse la sua orchestra.
Durante gli anni 40 e 50, quando il tango era di nuovo all’apice, si dedicò alla poesia e scrisse con i più importanti compositori: Mores, Pontier (Anoche), Pugliese, Piana e il suo grande collaboratore dal 1945: Aníbal Troilo.
Alcune delle sue numerose opere sono: María, El último café, Desencuentro, La última curda, caserón de tejas tra tanti altri… 

Fuente: wikipedia

una produzione di:

per Fórmula Tango Podcast

3 comentarios en “#3: L’ultimo caffè<br>[El último café]”

  1. info@caminitotango.com

    Grande Lucila! Bellissima interpretazione e bellissimo il testo «ultimo cafè» e poi sempre curate le scelte delle interpretazioni, Alicia Vignola ascoltata per la prima volta! Grande.

Deja un comentario

es_ESEspañol
Ir arriba

proximamente habilitaremos los registros al encuentro!

contacto A ESCENA

contacto@espacioaescena.com

A %d blogueros les gusta esto: